ITALIAN VERSION – ENGLISH VERSION

Ciao Ragazzi,
Oggi vi voglio illustrare in maniera accurata e precisa, ed insegnare ad utilizzare, uno strumento professionale e veramente preciso come il ColorCheker Passport 2 della X-Rite

Partiamo dal fatto che è uno strumento molto piccolo , leggero, e sopratutto comodo, che può essere inserito senza alcun problema dentro il nostro zaino senza incidere nel peso dell’attrezzatura.

Perchè è importante utilizzarlo?
Semplicemente perché spesso succede , a chiunque, che nelle scene in cui ci troviamo non riusciamo mai ad ottenere un corretto bilanciamento del bianco in maniera personalizzata od utilizzando le impostazioni prestabilite della nostra fotocamera.
Infatti, sfido chiunque, a dire che al primo colpo riesce a realizzare una fotografia con il corretto bilanciamento del bianco.
Succede quasi sempre che una fotografia risulta troppo fredda o troppo calda rispetto a quello che abbiamo davanti ai nostri occhi.

Grazie al ColorChecker Passport 2, invece, possiamo misurare alla perfezione il bianco presente su questo strumento, inserirlo nella memorizzazione della personalizzazione del bianco della fotocamera e scattare quindi le fotografie con un bilanciamento del bianco adeguato alla nostra scena.
Preciso quindi che bisognerà utilizzare un bilanciamento del bianco “Personal” per ogni variazione di luce e temperatura.
Forse può risultare difficile, noioso, ricalcolare sempre il bilanciamento del bianco dalla fotocamera, ma questo ci può risparmiare molto tempo in fase di sviluppo del file.
Sopratutto a lungo andare, diventerà un’azione quasi automatica da compiere ogni volta che vogliamo iniziare a fotografare.

Quindi serve solo a questo?
Assolutamente no, non serve solo per bilanciare il bianco in fase di scatto (quindi direttamente sul campo).
Infatti spesso può capitare che non abbiamo il tempo materiale di registrare la misurazione del bianco direttamente della fotocamera.
Quindi, fare tutto il procedimento di entrare nei menu della fotocamera, misurare il bianco, salvarlo, memorizzarlo e poi fotografare, se non abbiamo il tempo per farlo diventa quasi impossibile avere un bilanciamento del bianco perfetto.

La soluzione qual’è?
La soluzione è molto più semplice di quello che può sembrare!
Basta infatti fare una fotografia, in formato Raw, al nostro ColorChecker Passport 2 prima di iniziare e il gioco è fatto.
Tutto qui? Più o meno…!
Infatti il lavoro non finisce in fase di scatto, ma anzi, bisogna pensare che quella fotografia sarà la nostra ancora di salvataggio quando andremo a sviluppare tutti i nostri file (successivi alla prima fotografia dov’è presente il ColorChecker Passport 2).

Qual’è il procedimento quindi?
Facile a fare più che a dirsi, in questo caso.
Infatti, tramite i nostri software di sviluppo dei file basterà selezionare la nostra fotografia (come quella sopra) dov’è presente il ColorChecker Passport 2, misurare il bianco tramite lo strumento contagocce della temperatura e sincronizzare tutte le fotografie successive.
Cosa succederà?
Succederà che la misurazione del bilanciamento del bianco sarà perfetta e precisa e non dovremo impiegare tanto tempo nella scelta della corretta misurazione del bianco in ciascuna foto.

Semplice !

Per acquistarlo, ricordatevi che potete farlo direttamente sul sito Web X-Rite:
https://it.xritephoto.eu/colorchecker-passport-photo-2-5340.html