Filtri Nisi: Si o No?

Filtri Nisi: Si o No? 

Prima di intraprendere il mio viaggio in Irlanda, questa è stata la domanda principale che mi sono posto. Tutto il resto era pronto, itinerario, mappe, attrezzatura fotografica…
Le domande erano”Mi conviene cambiare filtri e passare da gli ormai antiquati Lee alla nuova generazione dei Filtri Nisi?”, “sarà cosi netta la differenza e la qualità?”, ” Sono vere le recensioni che leggo oppure frutto di semplice marketing?“.
La scelta doveva essere fatta attentamente, dato che comunque non si parla di filtri amatoriali ma professionali, di un materiale diverso dai Lee e costo superiore.

Qualche mese prima della partenza sono entrato in contatto con Ramaidea.it, uno dei migliori se non il migliore negozio per attrezzature fotografiche,   e con molto piacere abbiamo iniziato a parlare del più e del meno attraverso lunghe telefonate dove l’argomento principale era ovviamente la Fotografia e nello specifico quella di paesaggio.

Mentre parliamo ad un tratto il discorso si sposta sui Filtri, sulla loro utilità e decidiamo di iniziare una collaborazione durante la quale userò i Filtri Nisi in Irlanda.
“now what!?” (e adesso?)

Da un lato ero contento e soddisfatto, dall’altro pensavo “e se non vanno bene? Se non sono come penso? Che faccio mi rovino un viaggio per dei filtri ? ”
Sapevo che la qualità era ottima, ma sul campo?
Dopo anni e anni di utilizzo dei filtri Lee, passare dal giorno alla notte ai Nisi..

Quindi inizia a salire l’ansia.

Una volta arrivato il pacco con filtri e polarizzatore, velocissimi tra l’altro, penso subito che Ramaidea.it si distingue anche in questo, li vado subito a provare e noto una notevole differenza,
il materiale.
Lee sappiamo che è resina, i Nisi invece sono in vetro!
Questa  differenza si nota subito nel peso, i Nisi sono più pesanti (Lee 43grammi / NISI 75grammi) .
Per un’attimo si rimane perplessi per la tonalità di viola presente sul vetro ma si capisce che sono solo i trattamenti del vetro, infatti questa tonalità non si rileva in nessuna fotografia.
Ogni filtro è realizzato nella stessa maniera (nessuna differenza di materiale) e i trattamenti applicati sono sempre gli stessi,quindi si possono utilizzare più filtri senza incidere sulla qualità del risultato finale, tra questi il Nano Coating, anti graffio (al contrario della Lee che basta poco per graffiarli, basta inserirli per una volta in un’Holder e subito ai lati notiamo i graffi).

Ma la netta differenza tra Lee e Nisi l’ho notata nella capacità di quest’ultimi di essere totalmente resistenti all’acqua. 
Infatti, una volta arrivato in Irlanda e iniziato il mio viaggio fotografico fin dal primo momento ho capito che la scelta di usare questi filtri è stata quella più giusta.
Come ben si sa, il tempo in Irlanda è molto variabile, si passa dalla fitta pioggia al sole in pochi minuti facendo creare situazioni molto interessanti a livello fotografico.
Una gioia per gli occhi che non si può raccontare.
Nonostante la pioggia i filtri Nisi non mi hanno mai dato problemi, l’acqua scivolava senza problemi sui vetri e non ho mai dovuto smontare i filtri dalla macchina fotografica per asciugarli, solo nelle condizioni peggiori una veloce pulita con un panno e si asciugavano subito.
Cosa che invece non accade per i Lee, che quando vengono intaccati anche da una goccia rime l’alone e per toglierlo bisogna strofinare rischiando di perdere l’attimo in cui magari l’unico raggio di sole crea un’arcobaleno.

Per concludere penso che i filtri Nisi siano i filtri necessari e indispensabili per la fotografia di paesaggio, rispetto ai suoi concorrenti sono nettamente superiori.
La qualità è incredibile, il materiale certamente è più fragile (se cadono si rompono, senza sperare in falsi miracoli), ma basta prendere qualche accortezza in più e possiamo realizzare fotografie senza dominanti, con la giusta neutralità per catturare ciò che realmente vogliamo.
Cosa fondamentale in un epoca in cui si vedono  fotografie con dominanti di svariati colori innaturali.
Se si vuole la qualità e si vuole fotografare ciò che realmente vediamo con gli occhi, i Filtri Nisi sono gli unici che permettono di farlo.

Nella galleria sottostante ho raccolto una serie di fotografie realizzate nel mio viaggio, momenti in cui i filtri Nisi sono stati veramente utili e quanto sopra descritto si è realmente manifestato. Infatti sono tutte fotografie realizzate durante intervalli di pioggia o subito prima di un temporale
.
PRO:
– Neutralità dei Filtri Nisi rispetto ad altri filtri professionali
– Compatibilità con Holder di altre marche
– Il vetro garantisce una qualità superiore
– Dominanti ridotte rispetto ad altri filtri professionali
– Resistenza a graffi e impermeabilità

CONTRO:
– Fragilità

Per acquistarli: https://www.ramaidea.it/it/catalogo/category/50-filtri

2 thoughts on “Filtri Nisi: Si o No?

Lascia un commento